L’OCCIDENTE TREMA

Bastiglia

Negli ultimi tempi ci chiediamo perché l’Italia aggredisce le nazioni che appartengono a un’etnia diversa ma sono più ricche nel campo delle risorse energetiche e perché, nonostante la crisi economica, continuiamo a dotarci di armamenti sempre più sofisticati.
La risposta è che ultimamente ci sono stati in ogni parte del mondo profondi rivolgimenti sui quali non tutti abbiamo avuto il tempo e la volontà di informarci.
I Paesi dell’Asia Centrale e quelli del Sud America – i cosiddetti BRICS – hanno stretto, infatti, un’alleanza economica e militare che, in quanto a potenza bellica e capacità organizzative, ha superato di gran lunga quella stipulata tra gli Stati Uniti e i loro vassalli europei.
Questi Paesi adesso si sono offerti di aiutare quelli africani a sfruttare le loro riserve di petrolio, oro e diamanti e li stanno rifornendo di armi per difendersi dagli attacchi dell’occidente, sgomento per l’approssimarsi del momento in cui non potrà più sottometterli per mantenere il suo tenore di vita.
La strategia dei Paesi occidentali intesa a impedire che le nuove alleanze si rafforzino a loro detrimento si è dimostrata, tuttavia, perdente. Appropriarsi con la forza delle ricchezze altrui, assassinare migliaia di bambini, calunniare i Paesi che invadono con le motivazioni più ridicole, come quella che toglierebbero la libertà ai loro cittadini o darebbero alloggio a migliaia di terroristi, fa perdere, infatti, la fiducia nei loro confronti, in quanto mette a nudo la loro malafede e il loro impulso ancestrale a calpestare i diritti più elementari per soddisfare la loro avidità di potere.
I politici dei Paesi denominati PIIGS, per riacquistare i privilegi perduti a causa della crisi economica, sono stati costretti a invocare l’intervento  dei liberisti, ma questi hanno preteso come contropartita che si adeguassero alla loro politica aggressiva e accettassero le politiche di austerity che hanno portato i Paesi più poveri al fallimento e l’Europa al collasso economico.
A causa di questi errori madornali, in Italia succederà quello che già è successo in Grecia, dove i cittadini chiedono la carità, convivono con i topi, dormono sui mezzi pubblici e passano le notti insonni per l’incessante abbaiare di torme di cani affamati.

Annunci

2 thoughts on “L’OCCIDENTE TREMA

  1. Non mi risulta che l’Italia possa “aggredire” qualcuno, non ha alcuna possibilità di vincere, piuttosto fa quello che le viene imposto “dall’alto” senza ragionarci piu’ di tanto. 70 anni fa ha fatto la stessa cosa, ha mandato i propri soldati a morire in Russia perche’ cosi’ voleva un leader straniero tristemente conosciuto. Sono possati 70 anni, il padrone e’ cambiato, ma la posizione dell’Italia e’ rimasta uguale. Abbiamo gia’ visto i risultati, conviene forse cambiare il comportamento? ….

  2. L’Italia non ha mai vinto una guerra, perché è un Paese senza spina dorsale, che pensa solo a soddisfare i suoi istinti primordiali e assicurarsi il posto fisso con il voto di scambio.
    Viene mandata in guerra o in missioni di pace o a saggiare il terreno, ma fa sempre figure orribili, come ultimamente in India, in Libia e nel Mali, o accetta armistizi, come quello firmato da Badoglio dopo l’ultima guerra mondiale, che ci riempiono di vergogna fino alla settima generazione.
    Abbiamo sempre avuto un padrone che il popolo applaudiva per averne in cambio un tozzo di pane e lo avremo fino alla fine dei secoli.
    Il nostro comportamento non può cambiare, perché è scritto nel nostro DNA e come dimostra il fatto che gli altri Paesi denominati PIIGS si rivoltano sempre più spesso contro il liberismo, mentre il nostro si mette in pantofole davanti alla TV e si beve tutte le sciocchezze che i nostri politicanti ci raccontano da decenni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...