FINIREMO COME IN GRECIA?

immigrati alla fame

La catastrofe alimentare

Ai sacrifici fatti finora per salvare le banche e consentire ai bankster di continuare a gozzovigliare stanno per aggiungersi quelli che saremo costretti a sopportare per alimentare il Fondo costituito per garantire il pareggio di bilancio dei Paesi membri della UE.
Il Fiscal Compact, ovvero il Patto mediante il quale si dovrebbe raggiungere questo obiettivo, ci impone, infatti, di versare 940 miliardi di euro in 20 rate annuali, di cui la prima scadrà tra qualche mese.
L’ulteriore impoverimento degli italiani ci costringerà a chiedere alla BCE prestiti sempre più grandi e questa in cambio ci imporrà le stesse condizioni disumane alle quali ha già sottoposto la Grecia.
Questo meccanismo comporterà altri tagli alla spesa pubblica, all’occupazione, alle retribuzioni e alle pensioni che provocheranno a loro volta un calo ulteriore della produzione e dei consumi in una spirale senza fine.
Tanto considerato, è giocoforza concludere che le politiche di austerity non sono più sostenibili e che, pertanto, è necessario trovare delle soluzioni che ci consentano di non fare la fine della Grecia.
Una di queste potrebbe  essere – secondo il parere di un discreto numero di economisti – quella di tornare all’economia reale, conferendo al lavoro la sua funzione di realizzare il benessere dei cittadini e alle banche quella di raccogliere e distribuire denaro.

Un’altra delle soluzioni prospettate sarebbe quella di chiedere alla UE di rinegoziare il Fiscal Compact e, nel caso di una risposta negativa, uscire dall’euro.
Questa iniziativa ci consentirebbe di spendere denaro pubblico da utilizzare
per dare impulso alla crescita senza il timore di un eventuale deficit e nello stesso tempo farebbe saltare i piani della elite finanziaria.
Se non avremo il coraggio di adottare una di queste soluzioni, la bolla del debito imploderà, costringendo il liberismo alla resa dei conti.


Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...