LA SPAGNA E’ PER LA SCUOLA PUBBLICA

Rivolta della scuola in Spagna

I liberisti ricorrono sempre alla stessa ricetta. Impongono tasse, tagliano le spese e attaccano i lavoratori, illudendosi che la repressione possa tenerli sotto scacco per sempre.
Ieri è toccato alla scuola pubblica, un esercito di fannulloni – a loro avviso – che pretendono di inculcare nei giovani l’importanza della cultura.
Il progetto di riforma presentato dal Partito Popolare le ha ridotto i finanziamenti per assegnarli alle scuole cattoliche, ha riscritto i programmi dell’epoca franchista, accorpato le aule, licenziato i docenti, incrementato le tasse universitarie, ridotto le borse di studio e aumentato l’IVA sui materiali scolastici dal 4 al 21%.
Una nuova ondata di proteste si è abbattuta, pertanto, sul governo Rajoy, che aveva già dato scandalo qualche giorno fa con i finanziamenti illegali. Il mondo della scuola ha proclamato tre giorni di manifestazioni. I sindacati degli studenti, i docenti, la Confederazione dei genitori della scuola pubblica e altre associazioni ne hanno chiesto il ritiro con toni perentori e nello stesso tempo hanno paralizzato il funzionamento delle scuole e minacciato il governo che, se non aprirà immediatamente il confronto con il Coordinamento Statale per la difesa della scuola pubblica, la lotta diventerà sempre più radicale.
Gli spagnoli si aspettavano centinaia di altre manifestazioni nelle città più importanti e hanno avuto ragione. L’altro ieri, infatti, studenti, genitori e lavoratori hanno sfilato in corteo da Atocha a Puerta del Sol e in questo momento decine di migliaia di manifestanti stanno chiudendo la kermesse davanti al Ministero della Pubblica Istruzione.
Non è possibile governare a lungo senza il consenso popolare è questo sta venendo meno in Spagna e Grecia. E’ prevedibile quindi che, quando le cose peggioreranno nel resto dell’Europa, le rivolte contro il liberismo diventeranno inarrestabili.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...