KARL MARX AVEVA RAGIONE

marx

L’economista George Magnus prevede che la collera che cova in Europa, e in particolare nei Paesi denominati PIIGS [Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna] è pronta a scatenarsi in una serie di episodi di inimmaginabile violenza.
“Fortunatamente i cittadini  – scrive nel suo ultimo saggio – sono riluttanti a ricorrere alle maniere forti, ma le loro condizioni economiche non fanno che peggiorare. Non è più tanto lontano, pertanto, il momento in cui le tensioni sociali accenderanno sommosse incontrollabili. La rabbia esploderà quando i sostenitori dell’austerità taglieranno la spesa pubblica in una percentuale prossima al 5% del Pil, come sta avvenendo in diversi Paesi europei”.
“A quel punto” – ipotizza il Professore –“ i consumi crolleranno e gli industriali, considerato che i loro profitti sono in caduta libera, non investiranno più. Crollerà, pertanto, anche la produzione, le aziende chiuderanno, i lavoratori saranno licenziati e inizierà la fase finale della recessione, che andrà avanti fino a quando l’Europa non sarà trascinata nella spirale della disperazione”.
“A Karl Marx” – conclude lo studioso – “bastarono due espressioni per spiegare i motivi delle crisi sempre più frequenti del capitalismo: la sovrapproduzione – ovvero l’eccesso di merci rispetto alle esigenze dei consumatori – e la caduta del saggio di interesse sui profitti – vale a dire la conseguente riduzione della percentuale di guadagno da parte degli investitori. Se questi si soffermassero sulle idee del grande studioso di economia, non incorrerebbero più negli errori che periodicamente danno vita a rivolte che sovvertono la società”.
Il Professor Magnus è convinto che siamo molto vicini  alla prossima defaillance, perché i consumi, come tutti possiamo constatare, sono crollati del 50% negli ultimi mesi e la produzione ristagna come non succedeva dal ’29.
Questa volta, tuttavia, data l’ignavia e la corruttibilità dei leader politici, se le istituzioni europee non correranno subito ai ripari, si avranno disordini incredibili nella gestione del potere e cambiamenti strutturali del sistema politico con effetti che dureranno decenni nei settori dell’economia e delle relazioni sociali.

Annunci

2 thoughts on “KARL MARX AVEVA RAGIONE

  1. George Magnus è l’economista più accreditato tra quelli che pensano che il neoliberismo non è un sistema economico di grande respiro.
    E’ noto per aver individuato con chiarezza i punti chiave del’attuale crisi finanziaria.
    Non è stato certo il primo a riconoscere la grandezza del filosofo di Treviri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...