I POLITICI MENANO IL CAN PER L’AIA

portogallo nel caos

Che l’economia americana non sia in ripresa lo dimostra il fatto che la Bundesbank ha presentato un piano di rientro di 700 tonnellate d’oro depositate nelle banche della Federal Reserve.
Anche se ancora una volta sono riusciti a evitare per un pelo di sfondare il tetto del debito, gli Stati Uniti non hanno convinto le economie europee delle loro capacità di far quadrare i bilanci. Molte di queste, infatti, stanno pensando di seguire l’esempio della Germania.
Il problema del debito, tuttavia, nonostante la sicurezza ostentata dal governo americano con i suoi disperati tentativi di terrorizzare gli Stati che rifiutano la fallimentare ideologia liberista, si fa sempre più inquietante per i cittadini. La maggioranza di questi, infatti, risiede nella rete dei tunnel sotterranei insieme a torme di ratti affamati e sopravvive solo grazie ai buoni pasto.
Accantonato il tetto del debito, Obama ha cercato di ovviare al problema del disastro economico, firmando tagli alla spesa pubblica per un valore di 85 miliardi di dollari e impegnandosi, nell’ipotesi che non fossero sufficienti, a operarne degli altri fino all’ammontare di 1200 miliardi nell’arco dei prossimi 10 anni!
Questi tentennamenti dovrebbero far capire all’Europa che è arrivato il momento di passare senza indugi all’economia reale, senza ulteriori dibattiti sulle prospettive dell’euro, che è già stato accantonato  nel museo delle specie estinte, e la necessità dell’austerity, che serve solo a tenere in vita una moltitudine di burocrati che passano il tempo ad aggirarsi tra un numero enorme di sovrastrutture surreali.
Obama ha distrutto il suo Paese perché non ha avuto il coraggio di sottrarre l’economia reale dal giogo di quella finanziaria – che attualmente corrisponde al 350% del PIL mondiale! – nonostante gli inviti a desistere che gli sono stati  rivolti da più parti.
Alla luce di quanto sopra appare ancora più grave il comportamento dei commedianti che occupano i parlamenti europei – e segnatamente quello italiano – che si accingono a ripetere lo stesso errore per il semplice motivo che è considerato “trendy” scimmiottare quello che si fa sull’altra sponda dell’Atlantico.
Se questi personaggi obsoleti non vengono immediatamente sostituti da politici pronti a mettersi al servizio del bene comune, la drammatica crisi che stiamo affrontando non sarà risolta né adesso né mai e nel giro di qualche settimana l’austerity, rafforzata dal ristagno dell’economia reale, farà esplodere definitivamente una situazione di per se stessa insostenibile.

Annunci

One thought on “I POLITICI MENANO IL CAN PER L’AIA

  1. Per chi non lo avesse capito, i missili sparati contro gli aerei della Nato in Afghanistan, l’ennesimo incidente a Fukushima, l’abbattimenro dello Stealth americano, la caduta dell’aereo americano ai confini con la Corea del Nord, l’attentato a Boston e i cambiamenti improvvisi di temperatura sono episodi legati tra di loro.
    Se gli Stati Uniti non la smettono di provocare gli Stati più forti, intelligenti e ricchi di loro, faranno una fine orribile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...